Matinée IO?DRAMA


IO?DRAMA nascono nel 2004 in provincia di Milano con l’intento di scrivere canzoni e suonare dal vivo. E questo fanno da subito, suonando in piccoli locali di Milano e provincia e pubblicando nel 2005 l’EP autoprodotto “Viscerale“.


Dal vivo al matinée di Santeria. dalle 12:30 circa


Nel 2007 esce in tutti i negozi d’Italia “Nient’altro che Madrigali“, per Tube Records, caratterizzato da una vena sperimentale e un suono rock contaminato ad accompagnare le linee, melodiche e orecchiabili. Il disco riscuote un buon successo di critica e pubblico, ma sono l’impatto e la peculiare teatralità live a far parlare della band, che in due anni colleziona oltre 100 concerti.
Dall’album vengono estratti due singoli video: “China sulla fine del mondo” entra in rotazione su Mtv e Rock Tv, mentre “Il testamento di un pagliaccio” su All Music e Rock Tv e esplode in web.
Tra i molti live da headliner (l’ultimo all’Alcatraz di Milano), gli IO?DRAMA aprono i concerti di Tre Allegri Ragazzi Morti, Baustelle (al Palasharp, Milano) Marlene Kuntz e suonano sul main stage del MiAmi nel 2008.
Nel maggio 2010 esce, per ViaAudio records, il secondo lavoro “Da consumarsi entro la fine“, che al solido suono rock affianca un’inedita anima acustica, che pervade tutte le tracce del disco.
La produzione artistica è affidata a Paolo Mauri (Afterhours, Prozac+, La Crus) e agli IO?DRAMA stessi.
Nella settimana precedente l’uscita dell’album il singolo in free download “Saverio” viene scaricato circa 20000 volte.
Il tour estivo, iniziato con un concerto all’Alcatraz di Milano, li vede al fianco di Perturbazione, Baustelle, Motel Connection, Giorgio Canali e Marta sui Tubi.
Il singolo “Musabella” entra in rotazione su alcune radio, ma soprattutto ottiene un grande successo a Radio2. Il celebre programma “Caterpillar” elegge “Da consumarsi entro la fine” Disco della settimana, per quattro settimane e invita la band in diretta per un’intera puntata.
Il 20 Novembre 2010 IO?DRAMA suonano all’Auditorium di Milano, assieme a Massimo Priviero, riarrangiando per l’occasione brani tratti da entrambi i dischi.